Incontro con Batsheva Dagan: sopravvisuta ad Auschwitz

 

Il Gruppo Dirigenti Fiat propone un importante ed interessante incontro con Batsheva Dagan,
personalità ebraica di spicco, educatrice, autrice ed oratrice, sopravvissuta agli orrori di Auschwitz, pioniera nell'educazione e nell'insegnamento della Memoria dell'Olocausto a ragazzi e bambini.

La serata dedicata a Batsheva Dagan sarà:

Mercoledì 17 maggio, dalle ore 18.00 alle ore 20.00 presso la sala conferenze del Gruppo Dirigenti Fiat, Corso Luigi Settembrini 215 – Porta 21, Torino.

Nell'occasione Batsheva presenterà il suo lavoro "Chika - the dog in the ghetto".
L'incontro sarà in inglese.

L'iniziativa è fortemente voluta dal GDF, per l'importanza della figura di Batsheva Dagan e l'incredibile occasione di poterla avere qui in Italia, a Torino,  in quanto - invitata dal Museo di Auschwitz-Birkenau - prenderà parte,  in qualità di oratore, al prossimo Salone del Libro di Torino.

Per adesioni confermare entro e non oltre martedì 16 maggio all'indirizzo email segreteria2@gruppodirigentifiat.it o al numero telefonico 011.0047896

 

BATSHEVA DAGAN
Bat-Sheva Dagan, nata l'8 settembre 1925, è una sopravvissuta, educatrice, autrice e oratrice polacco-israeliana. Nata a Łódź, in Polonia, è stata incarcerata nel ghetto di Radom con i suoi genitori e due sorelle, nel 1940. Dopo che i genitori e una sorella furono deportati e uccisi a Treblinka nell'agosto del 1942, è scappata in Germania, ma è stata scoperta e deportata a Auschwitz nel maggio 1943. Dopo aver trascorso 20 mesi a Auschwitz ed essere sopravvissuta a due marce della morte, viene liberata dalle truppe britanniche nel maggio 1945. E' l'unica sopravvissuta della sua famiglia.
Lei e suo marito, un soldato inglese incontrato a Bruxelles, si stabiliscono in Israele, dove Batsheva ha insegnato per anni e dove ha conseguito la laurea in consulenze educative e psicologiche. Ha scritto libri, poesie e canzoni per bambini e adulti su temi dell'Olocausto e ha sviluppato metodi psicologici e pedagogici per insegnare l'olocausto ai più piccoli. È considerata un pioniere nell'educazione ed insegnamento dell'olocausto ai bambini.
Le opere letterarie di Batsheva Dagan includono cinque libri , poesie e canzoni su temi dell'Olocausto per bambini e adulti, alcuni dei quali sono stati tradotti in diverse lingue.  I suoi primi due libri, pubblicati nel 1991 e nel 1992, erano Co wydarzyło się w czasie Zagłady (Cosa succede durante l'Olocausto: racconto in rima per i bambini che vogliono sapere), e Czika, piesek w getcie (Czika, il cane nel ghetto). Nel 2010 il Memorial and Museum di Auschwitz-Birkenau ha ripreso Czika, piesek w getcie e Gdyby gwiazdy mogły mówić (Se le stelle potessero parlare) insieme ai piani di lezione per la discussione in aula.
Batsheva Dagan ha detto in un'intervista riguardo al tema dell'Olocausto per i bambini, "scrivo in modo da preservare la salute mentale del bambino. Le storie hanno un fine felice per non minare la loro fiducia nell'umanità"
Nel 2008 Batsheva Dagan è stata nominata Donna dell'anno nell'istruzione da Yad Vashem per il suo contributo all'insegnamento dell'olocausto per i bambini. È stata nominata anche Membro della città di Holon. Nel 2012 è stata insignita dell'incarico di addetta ad accendere la torcia nelle cerimonie che segnano Yom HaShoah.